If you like it, please:
Tweet

My reference Blog: Andrea Costa
Facebook:Andrea Costa


Info photo:
Lagoni di Mercurago – Dormelletto – Arona
Postprocessing RAW:– sharpness, lights and saturation not retouching

Il Parco naturale dei Lagoni di Mercurago, istituito nel 1980, è un’area naturale protetta del Piemonte, situato sulla zona collinare morenica dietro l’abitato di Arona, e comprende diversi laghi di varie dimensioni, con vegetazione acquatica e palustre.
Nella zona è inoltre stato istituito il Sito di interesse comunitario Lagoni di Mercurago (IT1150002).[1]
È anche un’interessante area archeologica riguardante la preistorica Civiltà della Terramare: nel 1860, nella torbiera del Lagone, venne rinvenuta la prima palafitta in Italia, assieme ad una piroga intagliata nel legno e a tre ruote di legno. Le ruote sono di due tipi: piena da trasporto e leggera, a raggi, adatta ad un carro da guerra trainato da cavalli. Dei materiali lignei si è conservato un calco in gesso, perché una volta estratti dalla torba che li aveva preservati hanno iniziato a decomporsi.

Poco lontano dal centro di Arona, sulle colline moreniche che circondano il Lago Maggiore dalla parte piemontese, si trova un’area naturale che comprende le torbiere di Mercurago, alcuni pascoli dedicati all’allevamento dei cavalli purosangue e molti appezzamenti boschivi. Nell’area sono stati rinvenuti insediamenti preistorici, risalenti all’eta’ del bronzo, e alcune domus romane. Quest’area e’ protetta dal 1980, quando, su iniziativa popolare, venne istituito il Parco dei Lagoni di Mercurago.

Oggi i lagoni sono gestiti, insieme alle Riserve di Fondotoce e dei canneti di Dormelletto, dall’Ente Parchi del Lago Maggiore.

—–

The morainic circle conformation, that characterises the hilly surroundings of Verbano, derives from the transporting action of the rocky debris operated by the glacier of Lake Maggiore during the Quaternary period. Two concentric sections of these circles form the structure of the Natural Park of the Big Ponds of Mercurago, farthest southern ramification of the hilly group called ‘Vergante’.
Here, along the till paths of the melting waters of the old glacier in a moss environment, you can find a dozen of small damp areas embellished by their fragility. The Park of the "Lagoni" ( Big Ponds ) stretches out for about 470 hectares at altitudes ranging from 230 to 330 meters.

Environment

Three quarters of the surface is covered by a wood, retraceable to the original oak wood, with particularly suggestive moory scraps and an arfificial pinewood of strobus pine of 30 hectares.
The most interesting natural elements of the protected area of the Lagoni of Mercurago are the aquatic and palustrine flora that counts many rare species and the microfolora as well as an interesting aquatic entomofauna. The fauna of the low hilly environments is well represented. More details obout reserach and nature of the park are in the naturalistic plan.

Andrea Costa Photography © All rights reserved
TWITTER: twitter.com/AC_TheArt